Lifestyle Viaggi

Viaggiare: 3 posti che DEVI visitare a Sofia, Bulgaria.

Ok, non prendiamoci in giro: la Bulgaria non è tra “I Paesi che voglio assolutamente visitare prima della mia dipartita” in cima alla lista viaggi di tutti.

Probabilmente di nessuno, ma se siete qui è perché avete deciso o state decidendo di partire per questo Stato: vuoi perchè il portafoglio chiede pietà, vuoi perchè avete già viaggiato verso le mete più mainstream,

Sofia ha attirato la vostra attenzione ed io sono qui per raccontarvi quali sono i 3 posti che non potete assolutamente mancare di visitare durante il vostro viaggio.

Sono stata a София (Sofia in Bulgaro) nell’Agosto 2018 e conosco bene la sensazione di smarrimento dopo aver prenotato il biglietto aereo, qualcosa di simile a “Ma a Sofia, io, cosa avrò mai da vedere?“. Vi dico subito: se siete dei timorati di Dio o più semplicemente degli appassionati di architettura religiosa, in questa ridente località bulgara avrete di che gioire. Tuttavia se, come me, non avete particolare simpatia per riti religiosi ed affini, c’è comunque qualcosa da fare che non vi farà rimpiangere l’essere atterrati in una landa verde e ricca di pascoli.

N.B. Sebbene venga dipinta come la patria delle rose e di prodotti correlati a questo fiore, NON acquistate alcun prodotto per la cura del corpo nei negozi da turisti: INCI pessimi, vuoti ed altamente sintetici. Di rose? neanche l’ombra! Meglio orientarsi verso le classiche calamite o la frutta secca che si trova ad ogni angolo.

L’aeroporto di Sofia è piccolo e con soli 80 centesimi di Euro potrete prendere la metro che vi porterà in centro città. Qui vi scontrerete con l’aspetto ambivalente della capitale: la ricerca della modernità e della ripresa economica convive con elementi tipici di una architettura socialista e di una fede religiosa molto presente. Per quel poco che ho potuto constatare, anche le persone del luogo tendono ad essere specchio di questa dualità, il che le rende sì disponibili, ma estremamente distaccate. 

Ma cosa fare allora in questa città così particolare? Senza dubbio 3 sono le attività che non potete farvi scappare e che vi faranno apprezzare una città che, altrimenti, penso rimarrebbe criptica alla luce di un breve soggiorno.

 

  1. Communist Tour: un tour a piedi della durata di 3 ore, in lingua inglese, per le vie di Sofia. La guida vi farà scoprire angoli della città ai quali non avreste minimamente badato e che trasudano storia. Inoltre vi porterà indietro nel tempo grazie agli aneddoti sulla sua vita ai tempi del socialismo. Interessante, coinvolgente ed educativo: i 10 Euro meglio spesi di tutta la vacanza. Potete prenotare il tour online QUI. In alternativa c’è anche il FREE Tour della città, completamente gratuito e meno specifico.
  2. Belogradchik: una location che sembra uscita da una puntata di Game Of Thrones: una fortezza lontana dalla città ed immersa nel verde al confine con la Serbia. Difficile, se non impossibile, da raggiungere senza un’auto od un tour organizzato, Belogradchik si trova a poco più di 3 ore da Sofia: un viaggio lungo tra le strette autostrade bulgare, dove gli automobilisti preferiscono guidare in modo poco sicuro. La fortezza ha vissuto anni ed anni di storia: dai Romani, alle guerre Turche, fino ad ospitare bunker risalenti alla guerra Serbo-Bulgara. Sulle rocce, che si possono tranquillamente scalare se muniti di scarpe comode e non lisce, ci si gode un panorama meraviglioso.A pochi km di distanza dalla fortezza ci sono le grotte di Magura, una vera e propria città sottoterra. Famose per la presenza di pitture rupestri (della cui autenticità sono molto scettica), le grotte vi faranno sentir di essere ad Erebor. Munitevi di scarpe antiscivolo e di felpe pesanti per evitare che l’umidità vi entri nelle ossa e di scarpe antiscivolo per evitare di rompervele.
  3. Made in Home: se mi seguite su Instagram ( @the_strange01) sapete quanto io sia fissata con posti hipster dove mangiare. Quando viaggio, dopo aver provato il cibo tipico, amo immergermi nello stile di vita del posto e testare i posti instagrammabili della città. Made in Home è un bistrot che serve principalmente cibi vegetariani e vegani, strizzando un occhio alla tradizione: il locale è piccolo, ma estremamente particolare, ricco di dettagli e di dipinti. Il cibo è buonissimo, fresco ed i prezzi davvero bassi rispetto allo standard italiano. Made in Home è la soluzione ideale per un pranzo leggero, particolare e gustoso: consigliatissimo. Se volete invece provare la cucina tipica c’è solo un posto: Izbata Tavern.

 

Insomma, è vero, Sofia non sarà il posto più In, più cool del mondo, ma se sapete dove cercare, vi stupirà.

E voi, siete mai stati a Sofia? Avete qualche esperienza che volete condividere rispetto a questa città? Fatemi sapere che sono curiosa! 🙂

Vi ricordo che potete seguire le mie avventure su Facebook e su Instagram!

 

 

 

 

 

 

No Comments
Previous Post
settembre 11, 2018
Next Post
settembre 11, 2018

No Comments

Leave a Reply