beauty Capelli

Quando la farina di ceci ti lava i capelli: shampoo ecobio ed economico.

A.A.A. cercasi ammasso di capelli mossi per sostituzione con capelli (pochi) sottili come filamenti di DNA costantemente grassi alla cute e secchi alle punte. Pago in consigli sull’amore e cd dei Foo Fighters. No perditempo.
Ecco, se mai trovaste un annuncio simile su di un quotidiano sappiate che è opera mia : curo i miei capelli maniacalmente (l’armadietto del bagno, sezione prodotti per capelli, è molto simile alla Gringott di Harry Potter)  ma sono sempre alla ricerca del prodotto perfetto perchè come si dice “se la vita ti da capelli sottili,mossi, che si sporcano solo a guardarli e di un colore che odi, fanne limonata” (??).
Dire che ho provato quasi tutti gli shampoo ecobio è dire poco, così come è dire poca cosa dire che ho provato tutti I metodi di lavaggio/impacco alternativi (con erbette indiane, con gli avanzi della cena di natale, con qualche pozione di streghe devote a Satana) ed oggi vi parlo di uno dei lavaggi alternativi che mi ha dato maggior soddisfazione in assoluto: con la farina di ceci. E non sto parlando di aggiungere la farina di ceci al proprio shampoo ma di usare la farina di ceci COME shampoo. Il cecio ha una proprietà saponifera che lo rende ideale come detergente dolce per i capelli.

Lo so, anche io ero convinta sarebbe stato un disastro ma per passare DA QUESTO (capelli unti dopo quattro giorni di palestra – mi sono lavata almeno il corpo in quei giorni non temete-) Immagine

A QUESTO risultato finale ossia capelli morbidissimi, lucidi e pulitissimi per giorni quando con uno shampoo mi durano due giorni a dire tanto, con una spesa davvero irrisoria
credo che, sí, funzioni e alla grande (perdonate le mie facce senza senso).

 Ma veniamo al dunque: ecco gli ingredienti ed il procedimento

image

  • 3 cucchiai di farina di ceci (aggiungetene di più se avete una chioma lunga e fluente)
  • un cucchiaio di miele ( come sopra)
  • un cucchiaio di aceto di mele ( idem con patate)
  • acqua calda quanto basta per rendere l’impasto di una consistenza media ( quella che preferite per poterla spalmare sulla cute proprio come uno shampoo)
  • se poi volete e li avete (non sono necessari) potete aggiungere degli oli essenziali a piacere (5 gocce): io ho utilizzato quello di lavanda -lenitivo-, di menta -rinvigorente- e di limone -purificante-.

Se avete la cute molto grassa ed avete intenzione di utilizzare questo lavaggio una tantum dunque non come reale sostituto a lungo termine dello shampoo mettete anche un cucchiaino di bicarbonato (a lungo andare il bicarbonato rovina I capelli sopratutto se sottili).
Il composto va utilizzato proprio come uno shampoo dunque a capelli bagnati va massaggiato con dolcezza e a lungo sulla cute per poi essere risciacquato. Ricordate però di pettinare I capelli prima di lavarli!
Se avete le lunghezze secche mettete pure un balsamo come da vostra normale routine, asciugate I capelli come volete o non asciugateli proprio,tanto lo sanno tutti che la storia della cervicale è tutto un complotto.
Buon lavaggio e sopratutto buon risparmio! 😉

No Comments
Previous Post
gennaio 16, 2016
Next Post
gennaio 16, 2016

No Comments

  • ricettedacoinquiline

    Ti prego, il fatto della cervicale vienilo a dire ai miei genitori che sono diventati uno stress -.-‘
    Sarebbe un’ottima cosa da provare! Io ho i capelli sottilissimi e quando li lavo ne perdo a bizzeffe e ho sempre l’ansia di diventare calva XD
    Ora ho la scusa per comprare la farina di ceci

    • rocknbioblog

      ahahahahaha mia madre ci ha rinunciato!!! guarda come hai visto dalla foto io ho i capelli sottilissimi e pochi pochi…e questa cosa funziona *-* ho convertito pure mia madre *-*

      • ricettedacoinquiline

        Io lisci e tu mossi u.u sembriamo io e la mia coinquilina, mo lo propongo a lei, così lo prova per prima e vediamo che le succede ai capelli ahahahah

        • rocknbioblog

          ahahahahah non credo cambi il movimento o meno dei capelli, quello è l’henne che a furia di stratificarsi alliscia il capello 😉

  • Holly Dash

    Questo si che è un articolo provvidenziale per i miei progetti occulti 🙂 Grazie!

    • rocknbioblog

      ahahahah in realtà non proprio…far parte della setta ecobio non è troppo chic, però non temere metterò anche qualche aiuto per il make up ahahaha

  • francimakeup

    Ahahah ho riso mezz’ ora per l’ impacco con gli avanzi della cena di Natale 😉

  • biocometiamo

    Questa mi manca! Avevo sentito parlare delle proprietà lavanti della farina di ceci , ma non l’ho mai provata, avendo ancora una busta di shikakai tra le mani. Grazie per la ricettina! 🙂

    • rocknbioblog

      di nulla 🙂 io la shikakai non l ‘ho provata perché ne ho provate altre lavanti migliori per i capelli grassi ma ho in lista anche quella xD

      • biocometiamo

        Dipende molto dalla cute! La mia è normo-secca (?) e con lo shikakai mi trovo abbastanza bene. Anche come rinforzante! 🙂

        • rocknbioblog

          come rinforzante mi sono trovata bene con altre erbe ma il fatto è chr sono uno sbattimento. Ora farò un articolo su delle fialette che ho trovato che costano pochissimo e sono senza alcool: rinforzanti e anticaduta *-*

  • Nikades

    Avevo già sentito parlare di uno shampoo fatto con farina di ceci, ma devo ancora convincermi a usarlo…
    Nel frattempo, se vuoi, ti ho taggata qui https://lastanzadelsilenzio.wordpress.com/2016/01/17/tag-4-espressioni-dialettali/
    Buona serata 🙂

    • rocknbioblog

      noooo spettacolo ti ho risposto sotto!!! comunque devi farlo lo shampoo poi fammi sapere. p.s. che forza quel tag sono rroppo gasata

  • rocknbioblog

    grazie di essere passata 🙂

  • Quando il balsamo ti lava i capelli: il cowash. – Rock'n'Bio

    […] nuovamente condividere con voi una nuova alternativa economica ed ancora più veloce allo shampoo (qui vi parlavo del metodo con la farina di ceci): il cowash. Il cowash (conditioner-wash) è la tecnica […]

  • 3 (sconosciuti) usi cosmetici dell’avena: economici, naturali e veloci. 🌾 – Rock'n'Bio

    […] amo sperimentare gli usi cosmetici dei prodotti alimentari, come lo shampoo con la farina di ceci ( QUI) o con lo zucchero di canna ( QUI) e nulla mi ha vietato di sperimentare anche in questo […]

Leave a Reply