beauty Viso

Acqua di Amamelide ZenStore: il tonico economico, ecobio ed efficace? 🌸🌸

Se un giorno mi avessero detto che avrei scritto una recensione su di un acqua floreale non è che ci avrei creduto molto perché, diciamocelo, non è che quando si tratta di skincare si citino le acque floreali: pensiamo alla crema, pensiamo al detergente, ma quasi mai alle acque floreali. Bhe, è arrivato il momento di invertire la rotta, miei cari lettori. Le acque floreali sono davvero una svolta e sono un toccasana per ogni tipo di inestetismo e/o problematica della pelle: da quella grassa a quella asfittica, senza dimenticare quelle con couperose e secca.

Ma come si utilizza un’acqua floreale? Cosa ha di speciale l’acqua di Amamelide? Qual è la miglior acqua floreale per ogni tipo di pelle e, sopratutto, cosa diavolo è un’acqua floreale?

IMG_1051

Andiamo per gradi, che altrimenti ci confondiamo, si prendono fischi per fiaschi e va a finire che Veronica, che sarei io, venga citata in giudizio per “spiegazione indebita” (battuta di una tristezza disarmante, ne sono consapevole, ma so che mi amate anche per questo genere di cose).

Un’acqua floreale è un idrolato. Gli idrolati sono lo scarto del processo di estrazione degli oli essenziali: questo avviene attraverso vapore acqueo, rimane in superficie il pregiato olio essenziale, che viene raccolto. L’acqua nella quale, per tanto tempo, hanno macerato una grande quantità di foglie/fiori/corteccia della pianta aromatica, da quale deriva l’olio essenziale, si butta? Certo che NO! Quell’acqua è ancora ricca delle sostanze funzionali dell’olio essenziale, ma in percentuale minore: ciò significa maggior tollerabilità del prodotto per la pelle, un prezzo dimezzato e le stesse, identiche, proprietà dell’olio essenziale da cui deriva.

Ogni idrolato rispetta le caratteristiche dell’olio essenziale da cui è composto, esistono tante acque floreali quanti sono gli oli essenziali, dunque più idrolati per più inestetismi dell’epidermide: l’idrolato di lavanda, ad esempio, è ottimo per tutti i tipi di pelle, l’idrolato di camomilla è perfetto per lenire, mentre l’idrolato di rosmarino per purificare.

Gli utilizzi delle acque floreali sono pressoché infiniti: possono fungere da legante nelle maschere viso in argilla al posto della comune acqua, nella fase di risciacquo della chioma dopo lo shampoo, vaporizzate sul cuscino per aiutare il sonno oppure come impacco su di una garza .

Ma l’utilizzo migliore che se ne possa fare è, senza dubbio, quello di tonico per il viso. 

IMG_1047

 

Perché spendere un sacco di soldi in tonici, da supermercato o da profumeria non fa differenza, ricchi di petrolati, quando si può acquistare un prodotto completamente naturale, cruelty free, vegano, economico e, sopratutto, realmente funzionale?

Ricordo che l’utilizzo del tonico è una fase della pulizia quotidiana del viso che, spesso, viene sottovalutata: dopo la detersione, passare il tonico è un gesto che sembra inutile, una perdita di tempo ( sì, io sono la prima, mea culpa), ma è necessario per:

  • ripristinare il giusto ph della pelle
  • per chiudere i pori
  • per rinfrescare
  • per lenire e per preparare la pelle a ricevere la crema viso

Ci tengo a ricordare che le acque floreali sono un ottimo metodo per pulire la pelle al mattino, senza dover utilizzare un sapone aggressivo o anche dopo una giornata passata fuori, senza trucco, per rimuovere le impurità di smog.

IMG_1052

E l’acqua di Amamelide?

Seppur non possa essere considerato un vero e proprio idrolato, in quanto non esiste l’olio essenziale di Amamelide, l’acqua floreale di questa pianta mantiene tutte le sue caratteristiche.

Ho avuto la possibilità di provare questo prodotto grazie a Zen Store, che mi ha permesso di scegliere ciò che preferissi dal loro catalogo: vi consiglio vivamente di fare un giro sul loro sito, in quanto strapieno di materie prime cosmetiche per la cura ecologica e biologica del corpo, dai burri agli emulsionanti, dagli hennè alle tisane, a prezzi irrisori e completi di cenni storici e di utilizzo.

Ho aspettato il tempo necessario per parlarvi dei prodotti che mi sono stati inviati, perché volevo essere il più precisa possibile e testare il tutto per parecchio tempo.

L’idrolato di Amamelide di ZenStore viene 3,35€ per 100ml ed contenuto in una confezione di vetro scuro, con tappo a vite e contagocce: questo permette zero sprechi di prodotto e la sicurezza che non vada a guastarsi per via della luce e/o calore, tuttavia non rende velocissima la fuoriuscita dello stesso. Nota positiva, oltre alla confezione di vetro, che minimizza l’utilizzo della plastica, è il design dell’etichetta, di carta: un’illustrazione della pianta e, ad un lato, le sue caratteristiche.

IMG_1050

Possiamo riassumere le sue proprietà:

  • astringente
  • emostatico
  • antiossidante
  • purificante
  • riepitelizzante 
  • lenitivo
  • vasoprotettrice

Incolore e inodore, questa acqua di Amamelide non mi aveva minimamente convinta, in un primo momento.

Nella prima settimana di applicazione come tonico alla sera, sentivo solamente una ottima sensazione di freschezza, ma nessun altro beneficio che, in realtà, dovrebbe appartenergli. In quel momento i 100ml mi sono sembrati interminabili.

IMG_1048

Ho, però, insistito e la differenza tra non utilizzare il prodotto ed utilizzarlo, era consistente. Cinque gocce sul dischetto di cotone, passato sul viso, sono sufficienti per rendere la pelle più luminosa, fresca, morbida ma, in particolare, meno grassa, con il passare del tempo. Questo è stato un vero e proprio successo per me: poter svegliarmi la mattina senza la pelle unta, tipica di una pelle asfittica/mista, è stato un sollievo.

La pelle viene riequilibrata, senza seccarsi.

Ricordate, poco più su, dove dicevo che gli idrolati sono ottimi detergenti quando si ha il viso struccato, per eliminare impurità e smog? Eccone una prova: dopo la palestra, prima della doccia, ho passato sulla fronte l’acqua di Amamelide e, come potete vedere, il dischetto ha trattenuto lo sporco, come se fosse un detergente.

IMG_1057

In conclusione posso affermare che l’utilizzo del tonico è un passaggio, per me, ormai imprescindibile. Ne consiglio senza dubbio l’utilizzo: ne esistono di tanti tipi, per ogni problematica, di tanti brand e sta a voi scegliere quale acquistare ma, ricordate di scegliere prodotti funzionali, naturali e che non riportino altri ingredienti oltre all’idrolato stesso.

Allora cosa ne pensate di questo prodotto? Qualcuno di voi lo usa? Avete un idrolato preferito? Conoscete ZenStore? Fatemi sapere che sono curiosa!🙂

Vi ricordo che potete seguirmi su Instagram come @the_strange01 e su Facebook come @Rocknbio

Stay rock’n’bio!!

 

 

 

 

 

 

 

 

No Comments
Previous Post
gennaio 21, 2018
Next Post
gennaio 21, 2018

No Comments

Leave a Reply